IL CARROPONTE. COS'ERA E COS'È




La Breda
Viene fondata nel 1886 e apre i suoi stabilimenti sestesi nel 1903. Dall’iniziale produzione di locomotive a vapore (di cui si può vedere un esemplare del 1906 esposto all’interno del Parco archeologico industriale ex Breda) l’attività si estende in seguito alla fabbricazione di treni elettrici, materiale bellico, aerei e componenti per l’industria nucleare. Tra i prodotti più famosi i tram gialli che ancora circolano per Milano, il treno Settebello e i proni convogli della metropolitana milanese. Azienda­chiave nello sforzo bellico italiano, gli stabilimenti della Breda sono tra quelli maggiormente coinvolti nell’ondata di scioperi che precedono e seguono la caduta del governo Mussolini nel 1943. Al crollo del fascismo si introduce l’occupazione nazista, ostacolata dai Gap (Gruppi di azione patriottica) che si formano e riuniscono nelle fabbriche. Si susseguono arresti, deportazioni, fucilazioni e atti di sabotaggio e guerriglia. Il 28 aprile 1945 gli alleati entrano a Sesto San Giovanni.
La città viene insignita il 18 giugno 1971 della Medaglia d’Oro al Valor Militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività nella lotta partigiana.
Negli anni ’80 la Breda, che era arrivata a contare 20.000 addetti, si smembra ed in gran parte scompare. Sopravvivono ancora la Breda Energia che produce valvole per gasdotti e pozzi petroliferi oltre alla Ansaldo Camozzi ex Breda Nucleare.
Il Parco Archeologico Industriale Ex Breda
A seguito della riqualificazione, l’area comprende adesso il Parco Archeologico Industriale ex Breda nonché diverse realtà e imprese tutt’ora operative, come la Vetrobalsamo, il Laboratorio Innovazione Breda e due distretti di piccole e medie aziende.
Il Parco Archeologico ex Breda, l’area all’interno della quale è collocato il Carroponte è uno dei brani della recente storia di Sesto San Giovanni che l’Amministrazione Comunale ha deciso di salvaguardare (al pari di altri elementi), e che si inserisce nell’ipotesi del museo diffuso sul territorio o dell’ecomuseo che prevede la tutela, il restauro e la valorizzazione di quegli elementi di carattere culturale, sociale, naturalistico e storico­artistico di particolare rilievo presenti in città. Un progetto che si svilupperà nei prossimi anni soprattutto grazie all’acquisizione degli enormi e stupendi edifici, oggetto di tutela presenti all’interno delle aree ex Falck.
Il parco ex Breda, un’area ex industriale trasformata in polo culturale occupa una superficie di circa 52.000 mq. Al suo interno vi è la Porta Breda (opera di Michele Festa in acciaio corten, del 2004, che raccoglie nelle sue forme la drammatica espressione del dubbio e della precarietà che insidia ogni certezza del nostro vivere), lo Spazio Mil, il Carroponte, la locomotiva Breda e il nuovo allestimento composto dal carro lingottiera Falck con le lingottiere e la nuova struttura in acciaio corten riportante i grandi numeri delle aziende sestesi ed in grado di fornire al visitatore numerosi contributi sonori. Lo Spazio Mil, costruito sulla tipologia del magazzino ricambi della Breda Siderurgica preesistente ospita al suo interno l’archivio Giovanni Sacchi, il ristorante il Maglio e lo spazio teatrale nel quale in un prossimo futuro dovrà essere allestito, in un uno spazio dominato da un imponente maglio Breda da 15 tonnellate, il Museo dell’Industria e del Lavoro.
L'archivio Giovanni Sacchi
Fra le realtà presenti allo spazio Mil è da menzionare l’Archivio/Bottega Giovanni Sacchi. Lo spazio, posto nella porzione centrale dell’edificio, ripropone il laboratorio di Giovanni Sacchi di via Sirtori a Milano, chiuso nel 1997, divenuto nel corso degli anni, grazie soprattutto alla grande abilità di modellista di Sacchi, uno dei luoghi fondamentali della storia del design italiano e nel quale hanno sviluppato e messo a punto i loro prodotti moltissimi designer e architetti, tra cui Aldo Rossi, Marcello Nizzoli, Achille Castiglioni, Ettore Sottsass, Gae Aulenti e Marco Zanuso. Lo spazio è aperto al pubblico da martedi a venerdì dalle 10 alle 18. Per ulteriori informazioni è consultabile il sito  http://www.archiviosacchi.it/
Il Maglio e lo Spazio Mil
All’interno dello Spazio Mil, nella parte che affaccia al Carroponte, è ospitato il ristorante Il Maglio.
E’ aperto a pranzo dal lunedì al venerdì e a cena nelle serate di giovedì, venerdì e sabato, serate nelle quali viene poi offerta una ricca programmazione di eventi musicali e culturali. Caratteristica del Maglio è l’ambientazione interna, una struttura prettamente industriale dove volte e colonne di ferro sono “riscaldate” da parti di scenografie teatrali. (http://www.ilmaglio.eu/)
Dalla parte opposta dell’edificio nell’area che sarà dedicata al Museo dell’Industria e del Lavoro vi è un foyer e una sala teatrale nella quale alcune compagnie teatrali quali Baby Gang, TF teatro, Band à part e Sans Papier, propongono parte della loro programmazione. Durante l’estate 2012 ospiterà alcuni recuperi in caso di pioggia inizialmente previsti sul palco del Carroponte, oltre a convention e spettacoli teatrali.
Il Carroponte
La gigantesca struttura metallica del Carroponte ricorda in modo monumentale l’attività industriale che vi si svolgeva. Il manufatto in acciaio, formato dalle colonne e dalle travi che delimitavano il “parco rottami” della Breda, è stato realizzato presumibilmente dalla stessa Breda nei primi decenni del secolo scorso, misura circa 200x60 mt e ha un’altezza di circa 20 metri. L’area era adibita a “parco rottami” interno alla Breda Siderurgica. L’enorme struttura, impiegata un tempo per la movimentazione dei materiali ferrosi, è oggi teatro di un’arena concerti internazionale. Dopo il crepuscolo, la struttura è suggestivamente illuminata da led rossi. Lo spazio è stato aperto al pubblico con un grande concerto inaugurale il 22 settembre 2006, parallelamente alla mostra "Vecchie fabbriche nuova città"
Il Carroponte oggi
Quest’anno, per il terzo consecutivo, Arci Milano gestisce la programmazione del Carroponte assicurando la diffusione della cultura a prezzi accessibili, con grandissimi nomi della musica italiana e mondiale.
“Carroponte è come un avvincente romanzo di formazione ­ dichiara il Presidente di Arci Milano Emanuele Patti ­ che guarda all’evoluzione del personaggio verso la maturità e l’età adulta, nonché alla sua origine storica per promuoverne l’integrazione sociale, per raccontarne emozioni, sentimenti, progetti, azioni viste nel loro nascere dal di dentro, è quindi davvero qualcosa di più di un semplice spazio per organizzare concerti. Una storia che stiamo assieme scrivendo e scoprendo pagina dopo pagina e che testimonia della straordinaria capacità evocativa e aggregativa di quel luogo. Come un magnete capace di attrarre le migliori energie e idee in circolazione.”

Sesto San Giovanni per l'Unesco
La scelta dell’Amministrazione è quella di governare la nuova trasformazione cercando nel contempo di tutelare, far rivivere e trasmettere la memoria dell’operosa città fordista del secolo scorso. Questa scelta si concretizza sia realizzando un museo diffuso o ecomuseo sul territorio, attraverso la tutela, il restauro e la valorizzazione di quegli elementi di carattere culturale, sociale, naturalistico e storico­artistico di particolare rilievo presenti in città, ma anche attraverso la candidatura all’Unesco al fine di far includere la città nella Lista del Patrimonio dell’Unesco, nella categoria del “paesaggio culturale evolutivo”.La pagina completa relativa alla candidatura presente sul portale dell’Amministrazione Comunale è visibile all’indirizzo http://www.sestosg.net/sportelli/sestounesco/

CALENDARIO 2015


martedì 1 settembre
GUIDO CATALANO
H 21.30
Ingresso Gratuito
Opening Act: LUISENZALTRO
mercoledì 2 settembre
UMBERTO MARIA GIARDINI
H 21.30
Ingresso Gratuito
Opening Act: FELPA
giovedì 3 settembre
CANZONIERE GRECANICO SALENTINO
H 21.30
Ingresso 10€
venerdì 4 settembre
CAPAREZZA
H 21.30
Ingresso 15€
Opening Act: ERICA MOU
DALLE 22:30 - CARROPONTE SILENT DISCO
sabato 5 settembre
CARMEN CONSOLI
H 21.30
Ingresso 25,30€ in prevendita
domenica 6 settembre
ANDROIDI PARANOICI
H 21.30
Ingresso Gratuito
Opening Act: GEORGE HERALD
lunedì 7 settembre
GEMITAIZ & MADMAN
H 21.30
Ingresso 15€
martedì 8 settembre
MUSICA NUDA - PETRA MAGONI & FERRUCCIO SPINETTI
H 21.30
Ingresso 15€
Opening Act: LUCA GEMMA
mercoledì 9 settembre
COLAPESCE & DIMARTINO in "COINQUILINI"
H 21.30
Ingresso 12€
giovedì 10 settembre
JOHN DE LEO
H 21.30
Ingresso 13€/15€
venerdì 11 settembre
LEVANTE
H 21.30
Ingresso 10 €
Opening Act: BIANCO
sabato 12 settembre
J-AX
H 21.30
Ingresso 30€
domenica 13 settembre
CARROPONTE CLOSING PARTY w/...BIG SURPRISE!
sabato 29 agosto
Orari Musicraiser Festival
Apertura Biglietteria: h 18.00 / Apertura Cancelli: h 19.00 / Giuliano Dottori: h 19.30 / Massaroni Pianoforti: h 20.00 / Egreen: h 20.20 / Marta Sui Tubi: h 20.40 / Marlene Kuntz: h 21.50 / Post-CSI: h 23.00
mercoledì 24 giugno
Totem Mailticket
Da oggi sarà possibile acquistare i biglietti presso Carroponte! Abbiamo posizionato un totem sotto il gazebo “Info Point” di fianco alla biglietteria attraverso cui è possibile acquistare i biglietti dei concerti di Carroponte, ad eccezione dei biglietti per Carmen Consoli & J-Ax. Metodi di pagamento: carta di credito / bancomat / postepay - NO CONTANTI Orari: dalle 19 alla mezzanotte
mercoledì 26 agosto
Policy Ingresso Ridotti Shining Production
Per i concerti di Caparezza, Carmen Consoli, Gemitaiz & Madman le condizioni dei biglietti ridotti sono le seguenti: fino ai 6 anni non si paga. Dai 6 anni compiuti ai dieci si paga un biglietto ridotto del 50% sul prezzo intero. Dai 10 anni compiuti invece si paga il biglietto intero. E' possibile prenotare in anticipo il biglietto ridotto, ritirarlo e pagarlo la sera stessa del concerto presso la nostra biglietteria. La prenotazione serve per garantire il biglietto in caso di sold out, diversamente non possiamo garantire perché non sappiamo come andrà lo sbigliettamento! Inviare una email a info@carroponte.org o info@shiningproduction.com con: nome & cognome del bambino, la data di nascita e un nome del genitore. Per sicurezza consigliamo di portare anche un documento del bambino.
Nuove aggiunte al menù del punto ristoro "Siamo Fritti" di Carroponte!
Cartocci di calamari o di jalapeños e patatine fritte (fatte con le patate fresche del Presidio di Oreno), o un pasto slow con taglieri di salumi e formaggi a km zero accompagnati dallo gnocco fritto. E ancora anelli di cipolla, verdure pastellate e Hamburger Vegano!
Nuovo Menù per la Griglieria "Biko"
Si aggiungono nuove proposte vegetariane al Biko, quali l’hummus, il panino con la feta e melanzane grigliate e la panzanella!

PREVENDITE

ticketone
mailticket

NEWSLETTER


Iscriviti alla newsletter