29 maggio

INAUGURAZIONE CARROPONTE 2014: LOREDANA BERTE'

INAUGURAZIONE CARROPONTE 2014: LOREDANA BERTE'

Quest’anno straordinaria apertura della stagione estiva del Carroponte con la grandissima Loredana Bertè, che festeggerà proprio qui l’ultima data del suo “Bandabertè 1974-2014 Tour”. Loredana Berté, una donna prima di tutto libera e femminista, una donna che ha stravolto tutti gli schemi, ribaltandoli e rimanendo sempre fuori da cliché tradizionali. Perché Loredana è sempre stata anticonformista, ribelle, indipendente, trasgressiva e trasversale, sempre impegnata e impavida. Loredana è punk, è rock, è energia graffiante. Quarant’anni controcorrente, quarant’anni di sangue, sudore e passioni racchiusi in una performance di oltre due ore e mezza con un repertorio straordinario e l’accompagnamento della sua esplosiva BandaBerté che si esibirà sul palco del Carroponte in un concerto che si preannuncia memorabile. Nello spettacolo, che segna un ritorno trionfale, Loredana Berté riproporrà i suoi grandi successi, da "Non sono una signora" a "Dedicato", da "Sei bellissima” a "Il mare d'inverno" a "E la luna bussò", pietre miliari della storia della musica italiana, veri e propri gioielli della canzone d'autore, scritti per lei da grandi compositori come Ivano Fossati, Bruno Lauzi, Enrico Ruggeri, Maurizio Piccoli, Pino Daniele, Djavan. E ancora: “Così ti scrivo”, “Una sera che piove”, “Io resto senza vento” e gli affettuosi omaggi alla sorella Mia Martini.

H 21.30

Ingresso 15€ in prevendita 20€ in cassa

30 maggio

SKA NITE VOLUME I: MATRIOSKA + Le Teste

SKA NITE VOLUME I: MATRIOSKA + Le Teste

Skaricatevi, è venerdì, skaldatevi e skatenatevi, torna la skapestrata “Ska Nite” al Carroponte! Due band, due live da urlo, un concerto tutto da ballare! Dopo il clamoroso concerto dell’estate scorsa, i Matrioska tornano anche quest’anno sul grande palco del Carroponte. Il loro sound mescola pop, rock, punk e ska cantato in italiano. Una band d’impatto, riferimento indiscusso dello ska italiano. I Matrioska hanno realizzato l’anno scorso il loro quinto album “Cemento”, anticipato dal videoclip “Come mi vuoi”. Della mitica band, nata nel ‘96, ma riformata nel 2010, fanno parte Antonio Di Rocco (voce), Luca Nobile (batteria), Mirko Abbondanza (Basso), Giuseppe Bonomo (chitarra), Witmer Cislaghi (tastiere), Matteo Ricci (trombone). Tra i pezzi indimenticabili dei Matrioska, ci sono ''Che velocità'', “Come mi vuoi”, “Ora che”, ''Cielo di settembre'',''La domenica mattina'', ''Non voglio più'', ''Partita di pallone'', cover del celebre brano di Rita Pavone. In apertura Le Teste, tra i migliori giovani gruppi Ska italiani.

H 21.30

Ingresso gratuito

31 maggio

BALCANIA: LA GRANDE FESTA BALCANICA DEL CARROPONTE

BALCANIA: LA GRANDE FESTA BALCANICA DEL CARROPONTE

Dopo l’enorme successo delle precedenti edizioni, torna BALCANIA - La Grande Festa Balcanica del Carroponte, appuntamento che ha l'odore del vino e il suono di una fisarmonica. Una tappa ormai storica della primavera milanese: quanti di voi ci sono già stati, sanno di cosa stiamo parlando. Parliamo cioè di un evento unico e irripetibile, almeno fino all'anno prossimo: una serata di balli, di casino, di ritmi zigani, di tassi alcolici imbarazzanti (venite con i mezzi! M1 Sesto Marelli, 5 minuti a piedi).. Anche quest’anno doppio concerto per l’uscita di due nuovi album esplosivi!
A quattro anni dall'uscita di Combat Disco Casbah, i Figli di Madre Ignota, eclettico gruppo milanese che ha fatto ballare tutta Europa con lo “Spaghetti Balkan”, tornano a grande richiesta sul palco del Carroponte di Sesto san Giovanni con il loro nuovo ultimo album, “Bellydancer”, uscito l’11 marzo per Godzillamarket . Un concerto esplosivo, un live trascinante, che scatenerà danze sfrenate, una musica esplosiva e viscerale che ricongiunge la dance di estrazione tradizionale con la tensione elettrica di una rock band. Bellydancer è contaminazione pura, ritmo intenso nel quale si ritrova il profumo dell’oriente, i fiati blacanici, il sound mediterraneo, il klezmer fuso con l’elettronica e il rock. I FDMI suonano da dieci anni in tutta Europa e sono amatissimi in Turchia; hanno partecipato a importanti festival come il Rock’n’Coke 2013 a Istanbul, lo Sziget Festival a Budapest (2009, 2012, 2013) il CaterRaduno di Senigallia nel 2011, il Lowlands in Olanda2010, il Fusion Festival in Germania nel 2009. La band è ora di nuovo nel tour che li vede transitare in tutta Europa, ma anche a in Turchia, e, naturalmente, dal Carroponte, la location estiva dei più grandi eventi e concerti milanesi. Prima di loro la Nema Problema Orkestar, sette musicisti che uniscono musiche tradizionali provenienti dalla cultura balcanica, klezmer e mediorientale al jazz e al rock, sino al punto di perdere i confini della propria ricerca. Nell'arco di una carriera decennale la Nema Problema Orkestar si è esibita ospite di festival, concerti, teatri, suonando in tutta Italia e all'estero, in particolare a Londra, Bruxelles, Belgrado, Ginevra, Istanbul, Berlino, Norimberga, Belgrado, Guča, Nis, Glasgow, Edimburgo, Lisbona e Porto. Durante il tour europeo 2011 viene doppiamente premiata al 51° Festival di Guča (Serbia), dove si svolge la più importante rassegna di musica balcanica a livello mondiale. 

H 21.30

Ingresso gratuito

1 giugno

SUL PALCO DELLA LUNA: CESARE BASILE

SUL PALCO DELLA LUNA: CESARE BASILE

La libertà di essere veramente se stessi a volte è dono di un lavoro cercato e sudato che in pochi sono in grado di meritare e poi sopportare. La libertà di essere coerenti, lucidi e veri, senza se e senza ma, senza compromessi nell’espressione della propria anima, dei propri ideali e della propria lirica. Un vero outsider, un fuoriclasse come il catanese Cesare Basile brilla nel novero dei grandi autori italiani per l’eleganza, la classe e il modo, pur se cruento e a tratti ”sanguinario”, con cui continua a raccontarci la sua musica e le sue storie. Storie, quelle del suo ultimo album che porta come titolo il suo stesso nome, uscito nel febbraio 2013, frutto del suo ritorno in Sicilia, del suo impegno nell’ambito dell’Arsenale (Federazione siciliana per le arti e la musica). Storie di matti, anarchici, lavoratori di giornata, donne in ginocchio, assassini per esasperazione, tamburini che si fanno la libertà da soli, e di una lingua, il siciliano, che sembra d'altri tempi. Come la libertà, appunto. Ma non c'è un tempo per la libertà. La libertà si fa sempre. Con le proprie mani.
Cesare Basile, nato nel ’64, suona e scrive canzoni dall'inizio degli anni ottanta. Basile ha alle spalle nove album, costanti collaborazioni con numerosi artisti di altissimo livello (fra cui Nada, per la quale scrive Proprio tu e produce il disco da lui arrangiato e suonato), e lunghissimi tour. L'Arsenale ha segnato l'inizio di un percorso di forte impegno politico e sociale che ha portato Basile, insieme ad altri artisti siciliani, all'occupazione del Teatro Coppola di Catania. Questa esperienza, con il suo carico di pratiche libertarie, fa da incubatrice alle nuove canzoni che vedono la luce nell'estate del 2012 e che faranno del concerto di questa sera un evento intenso e profondo.

H 21.30

Ingresso gratuito

3 giugno

BOMBINO

BOMBINO

Astro nascente del desert blues, Goumar Almoctar, conosciuto come Bombino, è nato e cresciuto in Niger, ad Agadez, nel nord dell’Africa, nella tribù dei Tuareg Ifoghas, che lotta da secoli contro il colonialismo e l’imposizione dell’Islam più severo. Costretto a fuggire più volte con la sua famiglia, durante una visita i parenti dimenticano una chitarra che il piccolo Bombino tiene per sé, iniziando ad esercitarsi. Sin da giovane diventa allievo del celebre chitarrista Tuareg Haia Bebe e poco dopo entra a far parte della sua band, acquisendo il soprannome di Bombino, una storpiatura dell’italiano “bambino”. Inizia ad appassionarsi a Jimi Hendrix e Mark Knofler, di cui studia le tecniche durante i pascoli tra Algeria e Libia. Tornato in Niger Bombino intraprende la carriera di musicista a tempo pieno ed il suo talento non passa inosservato. Nel 2009 un incontro casuale con il regista Ron Wyman cambia irrimediabilmente il suo destino. Ma è solo un anno dopo che Wyman riesce a rintracciare Bombino, nel frattempo costretto a fuggire in Burkina Faso in seguito all’assassinio di due membri della sua band, uccisi in una rivolta. Wyman dedica gran parte del suo documentario sulle tribù Tuareg a Bombino e diventa produttore di Agadez, l’esordio solista su disco (il primo album risale al 2009, Group Bombino - Guitars from Agadez, vol. 2). Nel frattempo la fama del giovane talento cresce fino ad essere conosciuto in tutto il mondo e suonare nei più importanti festival musicali, con collaborazioni di tutto rispetto, tra cui quella con Keith Richards. Dan Auerbach (The Black Keys) incontra Bombino e ne rimane folgorato, decidendo così di produrre Nomad, il terzo disco uscito in tutto il mondo ad aprile 2013 su etichetta Nonesuch/Warner. Registrato nello studio di Auerbach a Nashville, Nomad è l’incontro del desert-rock con il blues, suonato dalle abili mani di Bombino ed arricchito dalla sua voce intensa e vigorosa. Le sonorità di Bombino ricordano quelle dei Tinariwen, vicini suonatori del deserto, ma le sue melodie elettrizzanti, che racchiudono lo spirito della resistenza e della ribellione, trasudano un groove irresistibile. Una versione del blues densa e magmatica, a cui si aggiunge la particolarità di svincolarsi dalla classica metrica basata sul “call and response” tra cantante solista e coro (solitamente femminile) rimpiazzando quest’ultimo con le disgressioni melodiche della chitarra. Compositore e chitarrista desert-rock, Bombino si rifà alle sonorità tipiche degli anni 60-70, da Jimi Hendrix a Jimmy Page, inserendole in un contesto rock-blues di matrice americana arricchito da vocalismi in Tamasheq, la lingua Tuareg. 

H 21.30

Ingresso 10€

4 giugno

GOGOL BORDELLO

GOGOL BORDELLO

I Gogol Bordello, ormai di casa grazie al grande numero di aficionados che li segue da anni, torneranno in Italia la prossima estate per un tour di tre date tra cui il ritorno a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano. Usciti con il nuovo cd “Pura Vida Conspiracy”, lo scorso 22 luglio 2013, prodotto da Andrew Scheps e registrato in Texas ai Sonic Ranch Studio di El Paso, il disco rappresenta una potente raccolta di 12 inediti, sapientemente anticipati, lo scorso maggio, dall’uscita dell’irriverente singolo “Malandrino”. 
Reduci da tre date di enorme successo in Italia a novembre, Eugene Hütz e soci tornano a riproporre quest’estate dal vivo, con la loro incredibile energia che li ha resi famosi in tutto il mondo, i brani di questo nuovo lavoro e anche molto altro del loro ricco repertorio.

H 21.30

Ingresso 20€

5 giugno

PENDING LIPS w/ CLOUD NOTHINGS

PENDING LIPS w/ CLOUD NOTHINGS

Reduce dal trionfo dell’album del 2012 Attack On Memory, la band indie rock di Cleveland, guidata dal cantante Dylan Baldi, arriva in Italia per tre date a giugno per presentare il nuovo attesissimo album Here And Nowhere Else, in uscita il 1 aprile per Wichita/Cooperative ed anticipato dai singoli I’m Not A Part Of Me e dal nuovissimo Psychic Trauma già acclamato dal Guardian.

Here and nowhere else, il quarto album della band formata da Baldi (voce e chitarra), Jayson Gerycz (batteria) e TJ Duke's (basso), è composto da otto tracce, nate durante il lungo tour di Attack on memory (2012). 18 mesi in giro per il mondo in cui Baldi ha approfittato di ogni momento libero per scrivere i nuovi pezzi «Mi sentivo a posto con tutto e perciò ho scritto delle cose che mi rendevano felice», ha rivelato Dylan Baldi. «Non ero arrabbiato, l’approccio è stato più positivo e meno “fanculo a tutto”. Mi sono semplicemente seduto e ho suonato fino a trovare qualcosa che mi piacesse, perché finalmente potevo permettermelo». “Credo che ogni singolo pezzo sia stato scritto in un Paese diverso”.

L’album è stato poi registrato negli studi Water Music a Hoboken, New Jersey, con il noto produttore John Congleton (già al lavoro Swans, Modest Mouse,David Byrne e mille altri gruppi) e poi mixato a Dallas. Il Risultato è un lavoro più omogeneo, rifinito, melodico ma graffiante e tesissimo in ogni dettaglio. Otto tracce di nervoso guitar rock, cosa sempre più rara, che catturano pian piano svelando inediti elementi ad ogni nuovo ascolto.
"E 'più sottile", dice Baldi . "Non è solo un disco rock-in-your-face. C'è di più. Puoi ascoltare una canzone 20 volte e sentire ogi volta diverse piccole cose che non hai notato prima. Ogni volta che ascolto l’album noto qualche elemento che non ricordo neanche di aver inserito”.

H 21.30

Ingresso gratuito

giovedì 29 maggio
INAUGURAZIONE CARROPONTE 2014: LOREDANA BERTE'
H 21.30
Ingresso 15€ in prevendita 20€ in cassa
venerdì 30 maggio
SKA NITE VOLUME I: MATRIOSKA + Le Teste
H 21.30
Ingresso gratuito
sabato 31 maggio
BALCANIA: LA GRANDE FESTA BALCANICA DEL CARROPONTE
H 21.30
Ingresso gratuito
domenica 1 giugno
SUL PALCO DELLA LUNA: CESARE BASILE
H 21.30
Ingresso gratuito
martedì 3 giugno
BOMBINO
H 21.30
Ingresso 10€
mercoledì 4 giugno
GOGOL BORDELLO
H 21.30
Ingresso 20€
giovedì 5 giugno
PENDING LIPS w/ CLOUD NOTHINGS
H 21.30
Ingresso gratuito
venerdì 6 giugno
CARROPONTE VINTAGE FEST
H 21.30
Ingresso gratuito
sabato 7 giugno
MULATU ASTATKE
H 21.30
Ingresso 15€ in prevendita - 20€ in cassa
domenica 22 giugno
PIERS FACCINI
H 21.30
Ingresso 10€
mercoledì 25 giugno
OREN LAVIE
H 21.30
Ingresso gratuito
giovedì 26 giugno
CALIBRO 35
H 21.30
Ingresso 5€
giovedì 3 luglio
ARCIINFESTA 2014
LEVANTE
H 21.30
Ingresso 5€
martedì 22 luglio
PAOLA TURCI
H 21.30
Ingresso 12€
mercoledì 23 luglio
WILLIAM FITZSIMMONS
H 21.30
Ingresso 10€
giovedì 24 luglio
EX C.S.I. in concerto - ACCADE TOUR 2014
H 21.30
Ingresso 10€
domenica 3 agosto
NOFX + Agnostic Front + The Old Firm Casuals
H 19.00
Ingresso 25€
VivaTicket
ticketone

Iscriviti alla newsletter